Thelogboy

Riverdale: teen drama dal look politico non per tutti.

La prima puntata di Riverdale ci offre uno scorcio di quello che ci attende: segreti, misteri, tradimenti, amori e giochi di potere.

La sparizione di Jason Blossom è solamente la punta dell’iceberg, che ricorda molto da vicino la vicenda di Laura Palmer in Twin Peaks.

Questo genere televisivo viene definito negli Stati Uniti con l’appellativo “Teen Drama” e tra le caratteristiche si annoverano: uno sfondo cittadino di provincia, un ambiente scolastico, dei rapporti contrastanti con gli adulti, gruppi di adolescenti buoni che si battono spesso contro altri ribelli e cattivi e molto altro. Tipico esempio anni ’90 è stato Beverly Hills 90210 in cui recitava Luke Perry nei panni di Dylan; lo stesso Luke Perry interpreta Fred Andrews in Riverdale.

Ma in cosa differisce Riverdale rispetto ad altre serie? Forse è una delle serie più politiche degli ultimi tempi. Cosa me lo fa pensare? Beh, fate caso alla costante diatriba tra Nord e Sud della città: la zona Nord (North Side) più ricca e la zona Sud (South Side) più povera, emarginata e capro espiatorio delle malefatte del boss di turno (Hiram Lodge). E’ esattamente questo personaggio che cerca di fare il bello e brutto tempo (ATTENZIONE SPOILER IN ARRIVO) acquisendo territori e locali, persino il quotidiano locale, pur di avere il potere nelle sue mani.

Questi loschi traffici non vi ricordano un po’ quello che accade nelle nostre città? Se analizzassimo con attenzione i discorsi di Jughead Jones, il mio personaggio preferito della serie tra l’altro, interpretato da Cole Sprouse, sicuramente avreste l’istinto di pensare a quante zone industriali siano state abbandonate e poi affidate ad imprese edili per la costruzione di nuove abitazioni, a quanti cinema, teatri o luoghi di cultura siano stati chiusi senza riaprire mai e a quante (troppe) persone di potere possa far comodo.

Ovviamente in questa serie tv non c’è solamente una lotta continua contro la corruzione e la mafia, ma questo è un filo conduttore importante e viene analizzato nei dettagli portando alla luce tutto quello che farebbe chi agisce illegalmente per distogliere l’attenzione delle masse e per colpire la cultura (la chiusura del Drive In ad esempio) come tentativo a lungo termine di creare una popolazione di ignoranti sottomessi.

Riverdale dunque trae ispirazione dagli Archie Comics, ma quanto di reale c’è in questa trama se rapportato alla realtà? Vi consiglio vivamente di guardarla con occhio critico e di carpirne gli insegnamenti e i parallelismi con la nostra società. Non mi resta che augurarvi buona visione.

https://www.youtube.com/watch?v=TQUbWmKlr4o

 

0

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto la Privacy Policy

RSS Offerte Telegram